Fai una donazione!

Ecco i dati per effettuare un bonifico sul conto dell’associazione.

Conto corrente intestato a Associazione I Monelli dell'Arte
presso BCC Valdostana

IBAN   IT69 Y 0858 731 690000 130 167 247

Ci contiamo tutti! GRAZIE

Progetto Ecomuseo del vino

Verso la fine dell’anno 2015 il Comune di Donnas decide di attivare un bando per la gestione dell’eco museo della vite e del vino al quale potevano partecipare le associazioni di volontariato presenti sul territorio valdostano.
I monelli dell’arte sono nati nel 2006 con una missione, quella di favorire l’integrazione e l’inclusione dei  ragazzi e ragazze diversamente abili.
Partendo dal presupposto che dovevamo lavorare per far sì che loro potessero vivere con la gente e in mezzo alla gente.. quale occasione migliore potevamo trovarci di fronte se non la gestione di un museo…
Partecipare a questo bando è stata per noi una bella opportunità ma, anche una scommessa, entravamo in un mondo a noi sconosciuto ed eravamo consapevoli delle difficoltà che dovevamo affrontare.
La squadra c’era e potevamo contare su ragazzi che hanno una marcia in più. Quando abbiamo saputo che la gestione era nostra abbiamo iniziato a prepararci ed a studiare su un quaderno di studio che avevamo realizzato per l’occasione, inoltre, eravamo consapevoli del fatto che nei momenti difficili ci avremmo comunque e sempre supportati a vicenda. Avevamo anche deciso che l’Associazione con questo progetto non doveva assolutamente fare cassa, il fatto di essere iscritti all’albo regionale delle “Associazione di promozione sociale” ci ha dato la possibilità di premiare l’impegno dei i nostri ragazzi con i “vaucher”, una sorta di piccolissima paghetta che però dà loro la possibilità e quindi la dignità di sentirsi parte integrante del mondo del lavoro. Ovviamente tutto questo è stato possibile grazie alla sensibilità degli amministratori del Comune di Donnas e delle famiglie che si sono messe in gioco e che negli orari di apertura del museo a turno, seguono i propri figli e fratelli. Una breve considerazione sulle famiglie che vivono giornalmente con un disabile; famiglie giovani e meno giovani che vivono con difficoltà la quotidianità, la strada è sempre in salita, a volte si  intravedono dei falsi piani ma niente di più, famiglie che vivono la loro quotidianità con dignità e che non hanno l’abitudine e forse, neanche il tempo di  piangersi addosso.

I monelli e le loro famiglie al museo di Donnas AOSTALa gestione e quindi il servizio che abbiamo dato al Comune di Donnas è andato decisamente bene possiamo affermare che la scommessa è stata vinta, i ragazzi hanno risposto bene alle nostre sollecitazioni e il fatto di incontrare gente nuova, mai vista, non li ha messi in difficoltà, anzi, con molta tranquillità “professionalità” e soprattutto, con umiltà ed educazione hanno saputo gestire tutte le situazioni che hanno dovuto affrontare, grazie all’aiuto dei genitori e degli stessi visitatori che ne hanno apprezzato le qualità e soprattutto, in diverse occasioni, li hanno aiutati ed incoraggiati durante le loro brevi esposizioni.
Le impressioni scritte che hanno voluto lasciare nell’apposito registro ne sono la tangibile testimonianza.
Il progetto è nato con la consapevolezza che il 2016 sarebbe stato un anno sperimentale ed eravamo quindi consapevoli che al termine del percorso avremmo dovuto analizzare con molta attenzione le seguenti situazioni;
- i dati delle presenze giornaliere e mensili.
- il livello di attenzione, gratificazione e d’impegno da parte dei nostri ragazzi.
- se il progetto rispondeva a quanto, c’eravamo prefissati riguardo all’ inclusione ed all’integrazione.
Visto l’incoraggiante inizio e i risultati ottenuti, insieme alle famiglie, abbiamo deciso di continuare con la gestione del museo anche per l’anno 2017.Nel 2016 le persone che hanno visitato il museo sono state 1091 e nel 2017 i ragazzi hanno accolto con entusiasmo un nuovo collega e le famiglie sono così diventate undici.
Termino con un breve messaggio… venite a trovarci, se inizialmente saremo un po’ impacciati con il tempo, cercheremo di migliorare, una cosa è certa… vi accoglieremo sempre con un sorriso.
Orfeo Cout